Commercio, l’Antitrust boccia la legge anti-deregulation della Provincia di Trento: limita la concorrenza

Roma 8 settembre 2020 – L’Antitrust boccia la legge sulle chiusure domenicali nel commercio approvata dalla Provincia autonoma di Trento. E’ contraria alle leggi nazionali sulla deregulation (il decreto Salva Italia di Mario Monti del 2011) e presenta profili di incostituzionalità, sostiene l’Authority presieduta da Roberto Rustichelli.

Uno stop a tempo di record della Provincia di Trento e anche un monito al legislatore oltre che una reprimenda ai sindacati contrari alla deregulation e che sostengono l’inutilità delle chiusure festive. La delibera dell’Antitrust diventa esecutiva ma è ammesso il ricorso al Tar.

La Provincia di Trento ha disposto che la libertà di apertura viene contenuta in 12 giornate festive. Sono inoltre previste deroghe, per esempio in occasione di manifestazioni ed eventi l’obbligo di chiusura è valido in meno della metà dei comuni, compresi Trento e Rovereto. Eccezioni sono fatte per farmacie, edicole, gelaterie, rivendite di alimentari tipici, negozi di mobili, rosticcerie, piante e fiori.

Stop dell’Antitrust
L’Agcm scrive che la legge sulla “Disciplina delle aperture nei giorni domenicali e festivi delle attività commerciali” adottata dalla Provincia di Trento quest’estate pone limiti ingiustificati all’esercizio di attività economiche e, segnatamente, alla libertà di apertura degli esercizi commerciali, introducendo, seppur con talune deroghe, un obbligo di chiusura domenicale e festivo. Essa, pertanto, è suscettibile di porsi in contrasto con le norme e i principi di liberalizzazione sanciti in materia sia a livello europeo che nazionale.
Il decreto Salva Italia dispone che “le attività commerciali di somministrazione di alimenti e bevande, sono svolte, tra l’altro, senza limiti e prescrizioni degli orari di apertura e di chiusura, l’obbligo della chiusura domenicale e festiva, nonché quello della mezza giornata di chiusura infrasettimanale dell’esercizio”.

Salva Italia vincolante
Per l’Autorità la normativa nazionale è vincolante anche nei confronti dei legislatori regionali e provinciali. E ribadisce che le restrizioni alla libertà degli operatori economici, in materia di orari e di giornate di apertura e di chiusura degli esercizi commerciali, ostacolano il normale dispiegarsi delle dinamiche competitive, riducendo la possibilità degli operatori di differenziare il servizio da loro offerto, adattandolo alle caratteristiche della domanda e sono, pertanto, suscettibili di peggiorare le condizioni di offerta, nonché la libertà di scelta per i consumatori, né risultano giustificate da ragioni di efficienza per gli operatori, né tanto meno da particolari interessi pubblici.

La reintroduzione di vincoli in materia di chiusura domenicale e festiva obbligatoria degli esercizi commerciali rappresenta un ostacolo al libero dispiegarsi delle dinamiche concorrenziali voluto dalla disciplina nazionale e comunitaria.
“Al riguardo – annota l’Agcm – anche la Corte Costituzionale si è a più riprese espressa in tal senso, dichiarando l’illegittimità costituzionale di norme regionali e provinciali adottate in contrasto con i principi di liberalizzazione del decreto Salva Italia.

e.scarci709@gmail.com

I precedenti:

Deregulation del commercio: i retailer chiedono al Governo di porre la questione di legittimità costituzionale

Deregulation del commercio: la Provincia di Trento chiude i negozi la domenica. Aperti solo 12 giorni l’anno

Deregulation del commercio: Guarini (Cisl), le chiusure domenicali aiutano l’occupazione e non aggravano la crisi

Le chiusure dei supermercati la domenica costeranno allo Stato 4,5 miliardi tra imposte e Iva non incassata

Commercio, medicina choc con chiusure per 26 domeniche. A rischio gli ipermercati


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: