Esselunga si lancia sul negozio di vicinato: l’ultima idea del ceo Kahale

Milano 4 dicembre 2019 – Esselunga mette un piede nello stravicinato con ristorazione.
Un format che ricorda, per certi versi, Carrefour. Piccola spesa e pasto veloce a prezzo aggressivo (anche con ticket restaurant). Che ha un senso solo nel centro di Milano o di una grande città.

Una novità assoluta nella strategia di Esselunga, firmata dal ceo Sami Kahale. Sì perché fino a tutta la gestione di Carlo Salza (maggio 2018) il format non sembrava riscuotere nessuna simpatia. La strategia era sempre quella dei grandi volumi con grandi promozioni e lì, dove possibile, passare dal super al superstore. Esselunga ora ritiene di non dover lasciare nessuno spazio scoperto, ma dovrà recuperare il tempo perso sui competitor e investire sul format. Salvo però verificarne la reale redditività strada facendo.

EsseCorta
Dopo il taglio del nastro del superstore di Brescia Triumplina, Esselunga ha inaugurato a Milano centro, in corso Italia, il format sperimentale di prossimità con la nuova insegna “la Esse”.

Costruita su tre livelli, 400 mq, la Esse è stata ideata per rispondere alle nuove abitudini di acquisto – recita una nota di Esselunga –: offre infatti al cliente un’esperienza omnicanale concentrata all’interno dello stesso negozio fisico, che soddisfa le esigenze di spesa quotidiana, completa oppure di fruizione in loco. Nel bar del negozio, con la sua cucina a vista, è possibile consumare un pasto comodamente seduti o bere un caffè gustando i prodotti della pasticceria Elisenda”.
L’azienda non fa nessun accenno sullo sviluppo di questo format in città o altrove.

Microassortimento
Il negozio è diviso su due livelli.  L’assortimento è composto da 2.500 referenze, totalmente a libero servizio, con un’ovvia prevalenza di prodotti da asporto e freschi.

Tutti i prodotti sono dotati di etichette Rfid e la stessa tecnologia è presente nelle etichette stampate dalla bilancia al momento di prezzare l’ortofrutta sfusa e per  pagare, il cliente non deve fare altro che inserire l’intera sporta della spesa nell’apposito vano di una delle quattro postazioni cassa. Il sistema riconosce in automatico i prodotti e calcola l’importo complessivo.

Sul fondo del punto vendita al piano terra sono collocati i locker per il ritiro della spesa ordinata online. Pane e focacce sono ‘made in Esselunga’ e provengono dal punto vendita di viale Famagosta.

e.scarci709@gmail.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: